Cassazione penale, Sez. VI, Sent., 11-3-2016, n. 10710 - Maltrattamenti da parte dell'insegnante su alunne

L'insegnante che ripetutamente strattona due alunne, le riprende con espressioni ingiuriose (stigmatizzando tra l'altro la loro condizione di inabilità fisica), usa un tono aggressivo nei loro confronti e, in generale, adotta comportamenti vessatori nei loro confronti, è responsabile del delitto di maltrattamenti contro familiari e conviventi (art. 572 c.p.). Il fatto che l'insegnante agisse per finalità didattiche non impedisce che si configuri il dolo di maltramenti, in qunato è sufficiente che l'autore del fatto si rappresenti e voglia le proprie ripetute condotte vessatorie. 

Scrivi commento

Commenti: 0