Cassazione penale, Sez. IV, 22 marzo 2016,   n. 16986 - Dolo e omissione di soccorso

Nel reato di omissione di soccorso, di cui all'art. 189 C.d.S., comma 7, la consapevolezza che la persona coinvolta nell'incidente ha bisogno di soccorso può assumere la forma del dolo eventuale, che si configura normalmente in relazione all'elemento volitivo, ma che può attenere anche all'elemento intellettivo, quando l'agente consapevolmente rifiuti di accertare la sussistenza degli elementi in presenza dei quali il suo comportamento costituisce reato, accettandone per ciò stesso l'esistenza. 

VEDI SENTENZA

Scrivi commento

Commenti: 0